Il libro di Biondi sorprende per la capacità di maneggiare la materia e gli archetipi di genere. Consigliato a chi ama Biondillo o Manzini, con le dovute proporzioni. Troverà alcuni elementi in comune. E’ un libro piacevole, diverte e appassiona alternando i toni nella giusta misura.
Continua…

Corrado Ravaioli/Libro Guerriero

Rispondi