“Non era neanche il mio tipo”, commento critico di Luigi Viola

«Non era neanche il mio tipo» è il bel romanzo che Carlo Longo ha voluto regalarci come prova d’esordio, conseguente alla sua lunga, inesausta e vitale passione per la letteratura, la quale trova ora nuovo ardore in una scrittura inedita, irruenta e tormentata.

          Romanzo certamente d’amore perché teatro di un forte e incontenibile travolgimento sentimentale ed anzi di una vera ossessione, ma allo stesso tempo luogo finemente ironico di una visione del mondo nella quale si intrecciano evocazioni letterarie, sensibilità e reminiscenze di una Bildung d’altri tempi, d’antan si direbbe ormai in riferimento alla generazione cui Carlo appartiene, innervata peraltro in un background antropologico, ambientale, sociale che – pur limitandosi qui ad emergere delicatamente dallo sfondo – è lo stesso contraddittorio paesaggio di bonifiche e “de caivi fissi che sconde i monti e lustra i copi” raccontato dai versi di Romano Pascutto dove, tra debole vegetazione, argini fluviali, canali di scolo e brumesteghe autunnali, quando “el sol riva a tera tamisà sul formento morto de fredo”, scorrono calmi, la Livenza e i giorni […]

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Altri articoli:

clear glass beer mug

I RACCONTI DEL RICCIO

Fino al giorno prima si era sempre sentito giovane. Anche se gli anni passavano, lui rimaneva un giovane tra i giovani. I vecchi erano gli altri, generazioni lontane che non avevano nulla da spartire con lui.
Ma quel giorno compiva quarant’anni, e quaranta era una cifra che lo metteva di fronte a domande che non si era mai fatto…

Premio Scrivere per Amore 2021

Annunciata anche la giuria, che tra i libri in concorso sceglierà la terna dei finalisti che si sfideranno sul palco della Sala Maffeiana del Teatro Filarmonico nella serata finale del 23 ottobre a Verona. Il presidente di giuria è Matteo Bussola,scrittore e fumettista.

Scrivici