Milano Nera recensisce "Una mente superiore"

[…] Lugli sa costruire una trama complessa che incuriosisce il lettore. Inserisce un protagonista tormentato che piace conoscere e immedesimarsi nella sua vita. Lo affianca a dei colleghi che ravvivano le scene costruite e seminano ironia in situazioni difficili Lo scrittore usa un linguaggio semplice ma scorrevole e piacevole.

Recensione a cura di Roberto Estavio

Clicca per leggere tutto l'articolo.