È on line Crime Magazine,
rivista digitale a tema crime

Crime Magazine su tabletCrime Magazine, la rivista realizzata in collaborazione con il sito CrimeMagazine.it, è on line. E come editori siamo orgogliosi di questo nuovo tassello della nostra offerta editoriale. Anima della rivista è la criminologa Cristina Brondoni, autrice di saggi, collaboratrice di Luciano Garofano (già comandante del RIS di Parma) in casi di omicidi suicidi e morti sospette, e scrittrice. Con noi Clown ha pubblicato il thriller Voglio vederti soffrire, che a breve – lo riveliamo in anteprima – avrà un seguito.

Crime Magazine, come si può dedurre dal titolo, è un periodico a cadenza quadrimestrale che si occupa di crimine, nell’accezione più ampia e profonda del termine. Tratteremo casi di cronaca, ovviamente, ma parleremo anche di fenomeni sociali e di problemi che possono toccare tutti nella vita quotidiana.

Inoltre, ogni numero verrà valutato da un comitato scientifico composto da: Luciano Garofano, biologo forense già comandante del Ris di Parma;  Alessandra Calanchi, professoressa di Letteratura e cultura angloamericana all’Università di Urbino, studiosa di Crime Fiction; Massimo Levati,  bibliotecario della biblioteca “Lea Garofalo” di Vimodrone (MI); Silvia Mesturini, avvocato penalista e membro di Penelope (S)Comparsi Uniti Toscana; Vania Rivalta, editor di Clown Bianco Edizioni

Di cosa parliamo in questo numero

Questo primo numero lo abbiamo voluto dedicare alle relazioni pericolose. Quando la violenza, cioè, arriva dalle persone che ci sono più vicine: mariti, mogli, fratelli ma anche amici. Racconteremo casi concreti, ma cercheremo anche di analizzare il contesto socio-culturale in cui certi eventi hanno potuto concretizzarsi. Attraverso il crimine cercheremo di raccontare, come ci piace, uno spaccato della contemporaneità, dei contrasti e dei conflitti fra esseri umani e società.

Inoltre, in questo numero avremo ospiti d’eccezione: la giornalista Alessandra De Tommasi ci racconta la sua battaglia contro il bullismo in rete e contro il body shaming; l’avvocato Silvia Mesturini ci parla della tragedia delle persone scomparse, che ogni anno in Italia sono oltre 10mila. Dietro di loro ci sono intere famiglie che vivono nella disperazione e nell’incertezza. E, in tema di persone scomparse, c’è un approfondimento sulla vicenda di Maddie McCann, la piccola scomparsa in Portogallo, dove si trovava in vacanza con la famiglia.

E poi parliamo di mobbing, grazie all’avvocato Federica Brondoni che racconta casi realmente accaduti.

Infine, parliamo anche di libri, film e serie tv. In questo primo numero consigliamo diverse letture, tutte legate al tema guida di Crime Magazine. Sono libri che noi della redazione abbiamo letto per interesse personale e che abbiamo apprezzato tanto da consigliarli anche a voi lettori.

Speriamo che ci vogliate seguire in questo percorso, e se vorrete comunicare con la redazione di Crime Magazine – anche per porre un quesito all’avvocato -, all’interno della rivista troverete tutti i riferimenti.

Ah, dimenticavo! Per chi volesse, c’è anche il podcast, realizzato da Cristina Brondoni e Sara Uslenghi. Questo il link di Spotify: Crime Magazine: Serial Killer

 

Crime_Magazine cover01

Dove acquistare Crime Magazine

Crime Magazine è una rivista digitale. Per questo motivo non la troverete in edicola.  La potete trovare, però, in tutti gli store on line (Amazon, Kobo, Google Play, Apple iBooks ecc.) e sul nostro shop (cliccante sull'immagine per andarci). E la potete leggere su smartphone, tablet e pc.
I formati disponibili sono: Pdf interattivo (disponibile solo sul nostro sito), ePub3 e Kindle.

Rispondi