‘Il futuro degli altri’, la recensione di Giulia Mastrantoni su Sugarpulp

Se le cose strane vi intrigano, allora è probabile che il romanzo di Paolo Brera, Il futuro degli altri, faccia per voi. Si tratta di una storia particolare, nella quale è lo scrittore stesso a fare da protagonista: infatti, il personaggio principale de Il futuro degli altri è uno scrittore che risponde al nome di Paolo Brera. Continua a leggere su Sugarpulp…

“È un romanzo audace e innovativo”

Il futuro degli altri di Paolo Brera è un romanzo audace e innovativo che non mancherà di affascinare i lettori spingendoli sempre oltre il limite delle loro capacità e facoltà tanto deduttive che abduttive, declinando nel contempo aspetti tematici di stringente attualità ma sempre sul filo sottile eppure binario dell’ambiguità, della commistione e della confusione […]

“Da non perdere”

Paolo Brera […] in ossequio alle leggi della letteratura, che intessono il reale con i loro iridescenti fili e lo rendono diverso da sé, eppure sempre lo stesso, edificando un sistema escheriano di riferimenti e scatole cinesi in cui si resta avvinti e affascinati, narra con brillantezza appassionante la storia dell’assassinio di una donna che […]

“Il romanzo ha una forza e un coraggio incredibili”

Con una prosa nitida e asciutta, non priva di venature realiste, in cui le quattro mani degli autori si fondono in un’omogeneità sorprendente, impossibile sia da distinguere che da contraddire, il romanzo ha una forza e un coraggio incredibili che mettono il lettore davanti a verità scomode ma non più occultabili. Per leggere tutta la […]

“Di morte, d’insonnia e d’altre canzoni è un giallo ben costruito”

Di morte, d’insonnia e d’altre canzoni è un giallo ben costruito, dove alcuni dettagli apparentemente innocui hanno invece un’importanza decisiva per la risoluzione della vicenda. Interessanti i versi di alcune canzoni utilizzati come intro ai diciotto capitoli del libro. Buona lettura. Per leggere tutta la recensione clicca sul nome dell’autrice. Federica Belleri | Liberi di […]

“Luce è giustizia e riscatto”

Luce è giustizia e riscatto, parole da tenere in una prova di scrittura trascinante, avvincente, segnata da pagine in cui davvero si scova la Luce nelle macerie di anime che oltre lo spazio e il tempo un po’ si assomigliano sempre. Clicca sul nome dell’autrice per leggere la recensione. Stefania Castella | MeLoLeggo

“Leggendo, pare quasi di sentire la colonna sonora di The long goodbye”

Di morte, d’insonnia e d’altre canzoni è un romanzo molto teso, com’è nello stile di Riccardo Landini, autore più vicino al genere hard boiled all’americana che al noir di casa nostra, molto bravo nell’evocare le atmosfere cupe della provincia. (…) Riccardo Landini è un avvocato e questo fa sì che i suoi libri e i […]

Un romanzo che parla di cose importanti

Un romanzo sulle capriole dell’amore, che non prescinde mai da chi siamo, da come viviamo, da quali sono i nostri valori e i nostri sogni. Un romanzo che parla di cose importanti, scritto con una semplicità che si vede che è il frutto di un grande lavoro. La vita sessuale delle sirene si legge in […]

“Luce” racconta il coraggio di chi vuole cambiare le cose

Lo stile dei due autori è asciutto e preciso, con frasi corte e senza troppo fronzoli, come una storia del genere richiede. Si nota la capacità di creare strutture perfette e anche la loro ineccepibile preparazione storica. Per leggere tutta la recensione clicca sul nome dell’autore. Luigi Maiello | Intertwine.it

“Magnifico e travolgente”

Ezio Marvelli è un investigatore formidabile, un ispettore bravissimo che è riuscito a fermare Buio, al secolo Giano Gozzi, un serial killer armato di machete che imperversava nel Nord Italia e che durante lo scontro decisivo con Marvelli è scomparso nelle infide e freddissime acque del fiume Po: ma a quanto pare questo che letteralmente […]