Clown Bianco logo grigio

I figli dell’oblio

Clown Bianco logo grigio
Più di 30mila bambini furono sottratti alle famiglie durante il franchismo. Questo libro è per loro.

Roma, 1943: la giovane Eugenia viene trovata morta nel suo letto, ma la capitale è allo sbando, confusa tra vuoti di potere e comunicazioni ambigue, tra la fuga del Re e l’occupazione dei tedeschi. I carabinieri liquidano velocemente la faccenda: suicidio. Giulia, sorella della defunta, non crede a questa versione e decide di indagare per conto proprio.

Roma, 1968: Virginio è un giovane pugile che accidentalmente scopre che i suoi genitori (morti anni prima in un incidente d’auto) non erano chi dicevano di essere. Il sospetto di essere vittima di un mostruoso inganno lo spinge in un drammatico viaggio alla ricerca di sé stesso, che lo porterà fino in Spagna.

Due storie parallele che si intrecciano ripetutamente per tessere una trama ricca di colpi scena.

Informazioni bibliografiche

ISBN: 9788894909180
Collana: I Gechi
Genere: Storico
Data di uscita: Marzo 2018
Pagine: 248

[amo_member id="1399" item-width="250" align="left" item-margin="20" full-width="yes" panel="right"]

I desaparecidos non hanno né funerali né tombe.

Mario Rossi

I figli dell’oblio

Mistero e colpi di scena si intrecciano ripetutamente per ricongiungersi, alla fine, in un'unica trama che lascio al lettore scoprire.

Recensioni

Opera di grande spessore, dove l'ambientazione storica è ottimamente ricostruita. I personaggi si muovono ognuno nella sua epoca, colti ognuno nella propria esistenza. Una lettura obbligata per chi apprezza la storia contemporanea.

Articoli correlati

Condividi:

Altri articoli:

i cormorani fronte tornata in vita

I Cormorani

I Cormorani è la nuova collana Clown Bianco dedicata ai classici del mystery che debutterà in libreria il 2 dicembre prossimo.

clear glass beer mug

I RACCONTI DEL RICCIO

Fino al giorno prima si era sempre sentito giovane. Anche se gli anni passavano, lui rimaneva un giovane tra i giovani. I vecchi erano gli altri, generazioni lontane che non avevano nulla da spartire con lui.
Ma quel giorno compiva quarant’anni, e quaranta era una cifra che lo metteva di fronte a domande che non si era mai fatto…

Contattaci: