Più di 30mila bambini furono sottratti alle famiglie durante il franchismo. Questo libro è per loro.

Roma, 1943: la giovane Eugenia viene trovata morta nel suo letto, ma la capitale è allo sbando, confusa tra vuoti di potere e comunicazioni ambigue, tra la fuga del Re e l’occupazione dei tedeschi. I carabinieri liquidano velocemente la faccenda: suicidio. Giulia, sorella della defunta, non crede a questa versione e decide di indagare per conto proprio.

Roma, 1968: Virginio è un giovane pugile che accidentalmente scopre che i suoi genitori (morti anni prima in un incidente d’auto) non erano chi dicevano di essere. Il sospetto di essere vittima di un mostruoso inganno lo spinge in un drammatico viaggio alla ricerca di sé stesso, che lo porterà fino in Spagna.

Due storie parallele che si intrecciano ripetutamente per tessere una trama ricca di colpi scena.

Informazioni bibliografiche

ISBN: 9788894909180
Collana: I Gechi
Genere: Storico
Data di uscita: Marzo 2018
Pagine: 248

Leonardo Dragoni

Leonardo Dragoni

Autore

Leonardo Dragoni vive a Roma dove è nato il 28 marzo 1974. Laureato in Scienze Politiche presso l’Università “La Sapienza”, ha conseguito un master  in “Welfare Advisor” e un altro in “Facilitatore per l’ingresso nel lavoro dei soggetti svantaggiati”, oltre a un attestato di ottima conoscenza della lingua inglese rilasciato dall’Università internazionale di Malta, dove ha studiato.
Ha avuto numerose esperienze lavorative in vari settori, non strettamente inerenti con il mondo della scrittura e della narrativa, che resta una sua passione.
Ha studiato scrittura creativa su alcuni libri e manuali (R. McKee, Syd Field, R. Carver), partecipando ad alcuni incontri e lezioni organizzati da associazioni, librerie, editori ecc. ma soprattutto ha imparato leggendo molto.
Da sempre appassionato del fenomeno cosiddetto dei “cerchi nel grano”, argomento sul quale ha pubblicato articoli su alcune riviste (come “Scienza e Conoscenza”, “Query” e altre), ha un sito web e ha scritto alcuni saggi.
Nel 2015 ha pubblicato il primo romanzo, di genere giallo storico, intitolato  La psicologia del viola (ZeroUnoUndici Edizioni).
Con Clown Bianco, nel 2018, ha pubblicato I figli dell’oblio.

I desaparecidos non hanno né funerali né tombe.

Mario Rossi

I figli dell’oblio

Mistero e colpi di scena si intrecciano ripetutamente per ricongiungersi, alla fine, in un'unica trama che lascio al lettore scoprire.

Recensioni

Opera di grande spessore, dove l'ambientazione storica è ottimamente ricostruita. I personaggi si muovono ognuno nella sua epoca, colti ognuno nella propria esistenza. Una lettura obbligata per chi apprezza la storia contemporanea.

Articoli correlati