Clown Bianco logo grigio

Io, Sgabanaza: per la prima volta, Pier Giuseppe Bertaccini si racconta in un libro

Per la prima volta, Pier Giuseppe Bertaccini, alias Sgabanaza, si racconta in un libro che dall’infanzia arriva fino a oggi e che sorprenderà il lettore.

Voleva fare il prete, tanto che fino ai vent’anni ha frequentato il seminario, ma è diventato un simbolo della risata e della spirito romagnoli.

Non mancano ovviamente le celebri barzellette – in apertura di sezioni e capitoli – in cui si svela l’essenza stessa del romagnolo, il gusto per il politicamente scorretto, per la risata grassa, per la ruvidezza delle espressioni e per il modo conflittuale di vivere il rapporto tra marito e moglie.

Ma accanto a Sgabanaza c’è Pier Giuseppe Bertaccini, uomo di famiglia, legatissimo alla moglie, ex dirigente bancario con una cultura umanistica raffinata, impegnato nel volontariato e nella politica, amante della poesia dialettale. Raccontando la sua vita si racconta un pezzo di storia di Forlì, della Romagna e, in certa misura, anche di un Italia che sta scomparendo.

Informazioni bibliografiche

ISBN: 9788894909418
Collana: Tòpoi
Genere: Biografia
Data di uscita: Gennaio 2020
Pagine: 168

[amo_member id="7413" item-width="250" align="left" item-margin="20" full-width="yes" panel="right"]

Avevo un programma molto preciso e dissi alla mia famiglia: “Vado nei preti, ci sto sette, otto anni poi vengo fuori, corro in bici, divento un campione, torno in seminario e mi faccio prete."

Mario Rossi

Io, Sgabanaza

[amo_member id="7408" item-width="250" align="left" item-margin="20" full-width="yes" panel="right"]

Condividi:

Altri articoli:

i cormorani fronte tornata in vita

I Cormorani

I Cormorani è la nuova collana Clown Bianco dedicata ai classici del mystery che debutterà in libreria il 2 dicembre prossimo.

clear glass beer mug

I RACCONTI DEL RICCIO

Fino al giorno prima si era sempre sentito giovane. Anche se gli anni passavano, lui rimaneva un giovane tra i giovani. I vecchi erano gli altri, generazioni lontane che non avevano nulla da spartire con lui.
Ma quel giorno compiva quarant’anni, e quaranta era una cifra che lo metteva di fronte a domande che non si era mai fatto…

Contattaci: