Clown Bianco logo grigio

L’assassinio nel vicolo della Luna

Torna in libreria, in edizione rinnovata, uno dei primi gialli della letteratura italiana

L’assassinio nel vicolo della Luna inizia la sera del 14 gennaio 1831. A Firenze, una donna entra nell’oscuro e malfamato vicolo della Luna, dove poco dopo un uomo viene pugnalato alla testa. Nonostante l’abbigliamento povero e dimesso, non si tratta di un popolano, ma di un famoso e ricco pittore svedese venuto in Italia per migliorare la propria arte. In breve tempo, la polizia toscana arresta quello che ritiene colpevole del delitto, un povero mentecatto che vive nei pressi del vicolo e che si dichiara innocente nonostante le minacce.
Quella stessa sera, scompare anche una giovane studentessa di canto lirico. 
I due fatti sono collegati tra loro? E come? E chi potrebbe aver desiderato la morte di un uomo che sembrava amato e ammirato da tutti? 

L’assassinio nel vicolo della Luna conduce il lettore in una Firenze brulicante di vita, al contempo gotica e solare, luminosa e oscura, tra passaggi segreti, stanze misteriose, venti di rivoluzione, uomini in preda alle proprie passioni, poliziotti ambiziosi e fascinose quanto inafferrabili dark ladies.

Un classico riattualizzato

Torna in libreria, nella collana I Cormorani, uno dei primi gialli della letteratura italiana, L’assassinio nel vicolo della Luna di Jarro, pseudonimo del giornalista e scrittore Giulio Piccini.

Rispetto al testo originario, questa edizione è stata editata, nel pieno rispetto dello stile dell’autore, con l’obiettivo di renderne la struttura più affine al gusto del lettore moderno, in modo da offrire a chi ama la letteratura di genere l’opportunità di scoprire un classico nostrano. Anche in questo caso, come già accaduto per Tornata in vita, la copertina è un’opera originale dell’artista Stefano Bonazzi.

La lettura de L’assassinio nel vicolo della Luna non è solo avvincente dal punto di vista narrativo, ma è anche una miniera di informazioni sul funzionamento della giustizia nell’Italia preunitaria. Nelle descrizioni – ricche di ironia – di personaggi, riti e situazioni della grande macchina investigativa e penale si possono rintracciare atteggiamenti tuttora presenti nelle istituzioni.

E se il bobby inglese fosse il cugino del birro toscano?

Infine, una curiosità: in un capitolo che abbiamo scelto di utilizzare come appendice, Piccini racconta la storia della polizia toscana, gli usi e il gergo dei suoi “birri”, le divise, le armi. E afferma che sarebbe stata il modello a cui gli inglesi si ispirarono per la riforma della polizia britannica e la creazione del celebre “bobby”.

L’autore

Giulio Piccini, in arte Jarro, nacque a Volterra il 28 ottobre 1849. Fin da giovane fu un amante della letteratura, soprattutto dei classici, e dimostrò una personalità eclettica: fu un letterato prolifico e di gusto romantico e amava frequentare le zone più malfamate e pericolose di Firenze, che descriveva con dovizia di particolari, di colori e di suoni nei suoi romanzi. Questa passione per gli ambienti popolari lo avvicinò al giornalismo. In un’annotazione del 14 giugno 1895 dichiarò di «essere in Firenze da circa trentacinque anni e di essere redattore del giornale La Nazione da circa diciotto anni». Nel 1869 divenne anche collaboratore della Gazzetta d’Italia e della Gazzetta del popolo. Lo pseudonimo di Jarro fu impiegato per la Gazzetta d’Italia, presso cui pubblicò recensioni teatrali, letterarie e di varietà. Era amico di Gabriele D’Annunzio, col quale pare si divertisse a scherzare sulla diversa forma fisica: alto, snello e sportivo uno; pachidermico l’altro.

Piccini morì sulle scale di casa, colpito da una sincope, il 14 febbraio 1915 a Firenze, città dove è sepolto in una tomba nel cimitero della Misericordia di Soffiano su cui vi è un’iscrizione in marmo che lo proclama: «mente serena arguta / cuore generoso / scrittore geniale / nel giornalismo italiano / dissertò con umorismo / di letteratura e d’arte».

Informazioni bibliografiche

ISBN: 9791280575012
Genere e temi trattati: noir, giallo, polizia, Granducato di Toscana, ingiustizia, omicidio, passione, amore, politica, ambizione.
Data di uscita: 31 marzo 2022
Pagine: 180
Formati: cartaceo e digitale.


Condividi:

Altri articoli:

i cormorani fronte tornata in vita

I Cormorani

I Cormorani è la nuova collana Clown Bianco dedicata ai classici del mystery che debutterà in libreria il 2 dicembre prossimo.

clear glass beer mug

I RACCONTI DEL RICCIO

Fino al giorno prima si era sempre sentito giovane. Anche se gli anni passavano, lui rimaneva un giovane tra i giovani. I vecchi erano gli altri, generazioni lontane che non avevano nulla da spartire con lui.
Ma quel giorno compiva quarant’anni, e quaranta era una cifra che lo metteva di fronte a domande che non si era mai fatto…

Contattaci: