Mare bianco

Torna in libreria il romanzo d’esordio di Stefano Mazzesi, in un’edizione riveduta e ampliata. In appendice, il racconto Bianco perfetto racconta una vicenda che corre parallela agli accadimenti narrati nel romanzo.

Michele Rio è lo speaker di una delle poche stazioni radiofoniche locali sopravvissute all’assalto dei grandi network. Un giorno, subito dopo una diretta, riceve la chiamata di Senza, una giovane donna che chiede il suo aiuto. La ragazza, di origine slava, è infatti convinta che il patrigno abbia ucciso sua sorella maggiore Lubiana, e per questo reclama vendetta. Senza racconta anche di essere immigrata clandestina e costretta a prostituirsi, ragione per cui non può rivolgersi alle forze dell’ordine.
Michele è scettico, ma quando il cadavere di una donna viene trovato sulla spiaggia, inizia a pensare che nel racconto di Senza ci possa essere qualcosa di vero.
Accetta così di incontrarla, scoprendo un mondo sotterraneo fatto di contrabbando, corruzione, vecchia e nuova criminalità organizzata. 

Michele, sempre più coinvolto nella vicenda, anche a livello personale, chiede aiuto all’amico giornalista Lucio. Insieme, si troveranno a muoversi in una realtà che sembra avere due facce, nella cornice di una città di provincia la cui tranquillità è solo apparente.

Informazioni bibliografiche

ISBN: 9788894909777
Collana: I Gechi
Genere e temi trattati: Thriller | Noir | Indagine | Mafia | Vendetta
Data di uscita: Gennaio 2021
Pagine: 308
Formato: cartaceo e ebook

Stefano Mazzesi

Stefano Mazzesi

Autore

Stefano Mazzesi è nato e vive a Ravenna. Nel 2012 ha pubblicato il romanzo Bianco come la notte nella collana, diretta da Eraldo Baldini, I Narratori di Foschi Editore. Nel 2013 il suo racconto Il cercatore di bolle, finalista al Premio John W. Polidori, è stato pubblicato nell’antologia Horror Polidori (Nero Press Edizioni). Sempre per Nero Press è uscito, nel 2015, l’e-book Rosso e Nero. Con Clown Bianco Edizioni ha pubblicato nel 2016 La voce dell’acqua e, nel 2017, il racconto Bianco perfetto all’interno dell’antologia I Clown Bianchi. Nel 2015, Un giorno a colori, canzone di cui ha composto il testo, è arrivata in finale alla 58esima edizione dello Zecchino d’Oro.

Rimasi al buio, nella nebbia fitta. Non riuscivo a vedere nulla, né fuori né dentro di me. Era sabato, fra qualche ora la riviera avrebbe cominciato a bruciare

Mare bianco