I sette uomini della quarta crociata è un saggio storico rigoroso dal punto di vista scientifico, ma che si legge come un romanzo.

Nei mosaici, unici al mondo, della basilica di San Giovanni Evangelista a Ravenna, viene narrata una storia che parla di ambizioni sfrenate, arrivismo, strategie politiche e militari, economia, tradimenti, voltafaccia, passioni e ferocia. Con personaggi, i sette richiamati nel titolo, e toni che non sfigurerebbero in una saga di George Martin.

È la storia della Quarta Crociata, che Gianni Morelli, saggista e storico dell’arte, ricostruisce in questo agile saggio dalle sue premesse fino alla conclusione, prendendo come spunto proprio il mosaico della basilica di San Giovanni Evangelista.

Ma chi sono I Sette Uomini della Quarta Crociata?

Papa Innocenzo III, instancabile assertore del primato del potere spirituale su quello temporale;

il Doge Enrico Dandolo, politico abile quanto spregiudicato;

Bonifacio, marchese di Monferrato, abile stratega che si distinse nella conquista di Costantinopoli;

il re di Germania Filippo di Svevia, quarto figlio di Federico Barbarossa;

Alessio IV Angelo, figlio dell’imperatore spodestato di Costantinopoli;

Alessio V Ducas, detto Marzuflo, uomo ambizioso, feroce e portato al tradimento;

Baldovino I di Fiandra, primo imperatore latino di Costantinopoli.

Tra le Crociate, la Quarta emerge per gli intrecci sconvolgenti, tanto che sembra di leggere una delle numerose cronache a noi contemporanee che parlano di guerra, politica, economia. Combattuta tra il 1202 e il 1204, la sua storia viene narrata dai mosaici nel pavimento della navata centrale della basilica, costruito per volere dell’abate Guglielmo nel 1213.

Informazioni bibliografiche

ISBN: 9788894909487
Collana: Tòpoi
Genere e temi trattati: Saggio | Storia | Medioevo | Crociate
Data di uscita: Maggio 2020
Pagine: 96

Gianni Morelli

Gianni Morelli

Autore

Gianni Morelli è saggista e storico dell’arte.
Tra le opere storiche ricordiamo: “La questione dei cortei imperiali in San Vitale e l’ipotesi di nuove identità da assegnare ai personaggi a fianco di Giustiniano e Teodora”; “I temi autobiografici delle decorazioni nel mausoleo di Galla Placidia”; “Una interpretazione unitaria dei mosaici realizzati dall’abate Guglielmo nella basilica di San Giovanni Evangelista nell’anno 1213”.
Ha pubblicato quattro monografie intitolate al “Vangelo purpureo di Rossano”, Patrimonio dell’Umanità.

Lurida canaglia, noi ti abbiamo tirato fuori dalla 'merde' e nella 'merde' ti ricacceremo…
(Il doge Enrico Dandolo ad Alessio IV)

I sette uomini della quarta crociata